Grazie a PV CYCLE, i pannelli DualSun possono essere riciclati all’ 80%


«La composizione del pannello DualSun non presenta alcun problema particolare per il riciclaggio»

– Pia Alina Lange, responsabile riciclo pannelli da PV CYCLE

PV CYCLE 2016 - certificat

DualSun parla di una durata di vita del suo pannello ibrido che va dai 25 ai 30 anni. Ma cosa diventa poi il panello o cosa succede quando ci si ritrova con dei pannelli guasti o difettosi?

I primi impianti fotovoltaici, realizzati ormai 30 anni fa, cominciano ad arrivare a fine vita, ma il vero decollo del fotovoltaico è intervenuto solo una decina di anni fa ed è, infatti, in quel periodo che la filiera industriale del riciclo dei pannelli fotovoltaici si è strutturata. Oggi l’industria del riciclo è pronta, sia sul piano finanziario che su quello tecnico.

Qualche anno fa è nato PV CYCLE, un organismo europeo per la gestione dei pannelli fotovoltaici esausti. Il costo di gestione del riciclo dei pannelli è, quindi, già incluso nel prezzo di vendita di DualSun, grazie a un «eco-contributo», un po’ come per gli elettrodomestici, dove il prezzo finale include l’eco-contributo RAEE per il loro smaltimento. Lodevole la responsabilità a lungo termine assunta dell’industria fotovoltaica per garantire il trattamento a fine vita dei suoi prodotti.

 

La normativa


La primissima direttiva europea RAEE risale al 27 gennaio 2003 (DEEE, Direttiva sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche), successivamente modificata nel 2003 e nel 2008. Dal 2012, i pannelli fotovoltaici sono sottoposti al campo di applicazione di questa direttiva.

Dal 2014, ogni Paese membro dell’Unione Europea deve predisporre una legislazione nazionale basata su tale direttiva: «A partire dal 14 febbraio 2014, la raccolta e il trattamento (riciclaggio) dei pannelli fotovoltaici è regolata da ogni Paese membro dell’UE.»

Per maggiori informazioni, consulta le FAQ di questa direttiva

Sul piano europeo:

La Direttiva RAEE 2012/19/EU regola il corretto trattamento dei prodotti a fine ciclo di vita e impone ai Produttori (es.: produttori e importatori) di apparecchiature elettriche ed elettroniche di adempiere agli obblighi nazionali in materia di gestione dei rifiuti, compresi amministrazione e finanziamento relativi.

Sul piano italiano:

Ai sensi della legislazione italiana in materia di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) e di pile e accumulatori, la persona fisica o giuridica considerata Produttore (fabbricante locale/importatore) ha l’obbligo giuridico di organizzare e finanziare la raccolta e il riciclo, compresi i requisiti amministrativi e di rendicontazione, dei prodotti dismessi.

I Produttori di pannelli fotovoltaici hanno congiuntamente incoraggiato la creazione dell’associazione PV CYCLE, nell’intento di assolvere collettivamente all’obbligo di raccolta e di riciclaggio. Ciascun Produttore, quindi, versa un eco-contributo a PV CYCLE che si fa carico in modo molto professionale e strutturato dell’obbligo di riciclo.

 

Il funzionamento di PV Cycle


pvcycle logo

PV CYCLE gestisce la raccolta e il riciclo dei pannelli fotovoltaici. È un’associazione creata nel 2007 dagli industriali europei del fotovoltaico e, ad oggi, ha trattato migliaia di tonnellate di rifiuti fotovoltaici applicando le migliori tecnologie esistenti, al fine di ottenere un eccellente quota di riciclo, in modo sostenibile e vantaggioso.

PV CYCLE ha saputo costituire un vasto network di punti di raccolta in tutta Europa: solo in Francia, infatti, se ne contano quasi 50. Il materiale raccolto viene poi trasportato nei 10 centri di trattamento in Germania, Italia, Spagna e Belgio.

Maggiori dettagli sul riciclaggio sono disponibili qui (a partire dal 7° minuto)

Per finanziare le attività di PV CYCLE (la raccolta, la gestione logistica, il riciclo), si applica un eco-contributo alla vendita di ogni pannello solare; in quanto membro di PV CYCLE, DualSun addebita 1,20 € IVA esclusa di eco-contributo su ogni pannello, senza alcun margine di guadagno. L’ammontare dell’eco-contributo si basa sul costo attuale del riciclo di un pannello FV e tutte le decisioni in materia sono prese da un Comitato ad hoc, nel rispetto dei diversi player del fotovoltaico.

ecopart

Voce corrispondente all’eco-contributo su una fattura DualSun

Ogni trimestre, DualSun, in qualità di Produttore, dichiara il numero di pannelli venduti a PV CYCLE e versa l’eco-contributo corrispondente. Concretamente, ad oggi, abbiamo inviato pochi pannelli al riciclo; si tratta essenzialmente degli scarti di produzione, dei pannelli usati per i test nelle attività di ricerca e sviluppo e di qualche pannello danneggiato nel trasporto, tutti consegnati a un punto di raccolta ad Aix en Provence (Costa Azzurra, Francia). L’eco-contributo che versiamo trimestralmente, tuttavia, ci permette di garantire che i pannelli DualSun saranno riciclati quando arriveranno a fine vita, tra una trentina di anni!

 

Dettagli tecnici sul processo di riciclo


PV CYCLE fa una distinzione tra i moduli fotovoltaici in silicio (come DualSun) e i moduli non in silicio.

In virtù delle similitudini tra i pannelli in silicio e altri prodotti in vetro, come i parabrezza delle automobili, PV CYCLE beneficia di importanti sinergie con la filiera del riciclo del vetro.

panels-recyclable

Il processo di riciclo dei pannelli fotovoltaici è costituito da 3 fasi principali:

  1. La fase di preparazione: le cornici in alluminio e i collegamenti vengono separati manualmente.
  2. Triturazione e trattamento: il modulo fotovoltaico è così pronto a essere inserito nel trituratore, per poi passare a una linea di riciclo del vetro, processo che include un pre-smistamento manuale, la frantumazione dei laminati, e infine la separazione e l’estrazione dei materiali.
  3. Separazione e ulteriore micro-riciclaggio dei materiali: i principali materiali in uscita sono dei metalli (alluminio, rame), del vetro, delle particelle di silicio e della plastica, con una quota media di riciclo che va dall’80% all’85% del peso iniziale. Il vetro riciclato è unito ai rottami di vetro standard, quindi utilizzato per la produzione di fibra di vetro, di materiali isolanti e di imballaggi in vetro. I metalli e le materie plastiche sono a loro volta utilizzati per la produzione di nuove materie prime.

panels recyclable 2

Il riciclo non permette solo di recuperare delle risorse ma anche di diminuire le emissioni di CO2. Come dimostrato da un recente studio dell’Istituto tedesco Fraunhofer, il riciclo di una tonnellata di moduli fotovoltaici permette di risparmiare 1 200 kg di emissioni di CO².





Cosa succede allo scambiatore termico del pannello DualSun? Si può riciclare?


Lo scambiatore termico del pannello DualSun è composto da due lamine in acciaio inossidabile. L’acciaio inossidabile è uno dei materiali «green per antonomasia», che può essere riciclato senza subire alcuna degradazione. L’acciaio inossidabile è ormai riciclato su vasta scala in tutto il mondo, con processi economicamente sostenibili e tecnologie consolidate. Oggi, infatti, il 25% della produzione di acciaio inossidabile proviene da materiali di riciclo.

 

Video: l’eco-contributo spiegato 2.32′


Leggi anche l’intervista a Jan Clyncke, Direttore di PV CYCLE